Basket Gallarate – Fluidotecnica 61-52

Senza-titolo-1134

A Gallarate, contro la prima della classe, arriva una sconfitta per i nostri Aironi che fermano a quattro il filotto di successi conquistati nelle altrettante ultime gare. Sconfitta maturata solo nei secondi finali dopo un intenso testa a testa durato quasi 40’, quando i nostri ragazzi si sono lasciati “sopraffare”, pur con grande onore, più dalla stanchezza che dalla effettiva forza dei padroni di casa. A rotazione ridotta, ma a questo punto dovremo per forza di cose abituarci, andiamo alla palla a due con Susnjar, Ilic, Werlich, Sala e Menarini. Primo possesso nelle mani di Gallarate che impatta subito con Fedigo in entrata e Pariani 1/2 dalla lunetta, gli Aironi rispondono con il jump Werlich e con Sala. Serie di possessi alternati con gli errori al tiro a farla da padrone, quasi una fase di studio delle due formazioni che si prolunga per quasi la totalità del quarto, a dimostrarlo il punteggio relativamente basso della frazione. A ravvivare la situazione la tripla di Werlich per il 9-9 subito risposta dai liberi prima di Fogato 1/2 e poi Pariani 2/2 che sfrutta il fallo sul contropiede per fissare 12-9 della prima sirena. Secondo quarto con in campo il giovane Nagari a dar fiato a Capitan Menarini, l’impatto dopo la pausa breve è buono e Werlich – buone percentuali per lui a fine serata – riduce le distanze. Ciardiello risponde subito da tre scaldando l’ambiente che tanto si aspetta dal suo miglior tiratore. La reazione degli Aironi c’è e arriva sfruttando una buona difesa e una certa tranquillità ad eseguire i giochi in attacco. Con la giusta pazienza i nostri ricuciono l’esiguo gap e trovano il sorpasso con Campana che da tre infila il 19-20. Serie di controsorpassi con i tiri dalla distanza, Sala da tre e ugual risposta di Fedigo per il nuovo vantaggio di Gallarate. Susnjar e Ilic combattono sotto canestro e riportano il vantaggio agli Aironi, salvo poi essere ripresi con Puricelli ancora da tre. Al riposo lungo la situazione è di estremo equilibrio con il punteggio sul 29-29. Alla ripresa delle “ostilità” il punteggio sembra non volersi schiodare dalla parità. Si susseguono errori al tiro dovuti più che altro all’intensità delle due difese che non regalano spazi. Punteggio mosso dopo 3’ abbondanti da Puricelli che mette avanti i padroni di casa. Gli Aironi ritrovano coraggio e vantaggio con Ilic, bravo a sfruttare il canestro più fallo. Sala da oltre l’arco e Werlich dalla lunetta e poi da tre, regalano a Robbio il massimo vantaggio, 37-42, ora gli Aironi sembrano aver “ingranato”. Gallarate però non molla e riagguanta la parità con Pariani e Puricelli, 44-44. Solo il fallo subìto da Sala che infila solo uno dei tre liberi a disposizione, permette a Robbio di concludere sul +1 il terzo periodo. 44-45. Tutto si gioca negli ultimi 10’, come per le altre frazioni, anche nella quarta per i primi minuti non si vedono canestri, poi Fogato da due per il sorpasso di Gallarate. A scuotere gli animi arriva il tecnico a Bolzonella che manda in lunetta Werlich che realizza per il -1. Il fallo in attacco di Menarini non ci permette di tentare il sorpasso ma sul successivo ribaltamento di fronte, con la recuperata dello stesso capitano, arriva la tripla di Werlich per il 48-50, +2. Partita che nel frattempo si dirige alle battute finali, la stanchezza comincia a fare capolino nelle gambe degli Aironi e Gallaratesi, più freschi, che ne approfittano e che si riportano in vantaggio con Quaglia, pari e con Fedrigo da tre per il 53-50. Robbio comunque non molla e ci riprova con Susnjar che ci porta ad un solo possesso di vantaggio prima dell’ultimo giro di lancette. 54-52. A spegnere le velleità di rimonta è il quinto fallo fischiato a Martin, sul quale ci sta qualche recriminazione. Sicuramente senza la privazione del lungo Croato, il nostro attacco avrebbe avuto qualche possibilità in più per il colpaccio. Gli ultimi secondi di gioco vedono solo le realizzazioni dei liberi causati dal fallo sistematico della difesa robbiese e che di fatto allargano il vantaggio della squadra di casa fino al definitivo 61-52. Va fatto in ogni caso un grosso applauso a ragazzi che, a rotazione ridotta, hanno ottimamente tenuto botta in casa della capolista e che ora più che mai, hanno bisogno di fiducia per affrontare un infuocato finale di stagione.

PARZIALI: 12-9, 27-27, 44-45
GALLARATE :  Quaglia 4, Gatto 3, Fogato 3, Ciardiello 3, Bolzonella, Picotti 6, Puricelli 13, Pariani 12, Anzini ne., Fedrigo 17. All. Ferri
ROBBIO :  Menarini, Sala 11, Ilic M. 7, Werlich 18, Nagari, Campana 5, Susnjar 11, Panozzo, Ferrara ne. All. Sguazzotti