Gli Inizi

Un pò di storia della pallacanestro Robbio

gsr-robbio
L’inizio della pallacanestro a Robbio si ha nel 1967 con l’arrivo a Robbio del vice-parroco Don Carlo Serra che, per dare qualche possibilità di pratica sportiva a quei ragazzi dell’oratorio che per poca passione o per incapacità (più per imbranatura che altro) non si avvicinavano al calcio, fece appendere sotto il vecchio porticato due tabelloni (sghembi e del tutto irregolari) con due canestri ben presto arrugginiti alle brume lomelline.

Ma quei due canestri hanno subito visto furibonde “pagne” ai cento punti tra squadre formate da una varia umanità tra cui però, c’erano già quei giovani ragazzini che avrebbero dato lustro allo sport robbiese, ragazzi che nel 1968 hanno fondato il mitico G.S.R., che nel 1970 si permise di battere il club mitico degli “HURAGANI” in una contestatissima finale del torneo notturno di basket dell’oratorio.

Squadra_GSR
Dagli insuccessi nei campionati zonali e provinciali C.S.I. degli anni 67-68-69-70 si è poi passati alle lotte per i primati in classifica degli anni 71-72, come LIBERTAS ROBBIO. Nei tre anni successivi i migliori giocatori robbiesi hanno lasciato la squadra per maturare esperienza al di fuori del paese e ciò ha comportato una pausa nei risultati ma ha aperto la strada alla crescita del settore giovanile portando a maturazione nuovi talenti.

Il 1975 è stato l’anno della svolta per due eventi importanti. Prima di tutto abbiamo avuto il ritorno “in patria” dei fuoriusciti “vecchi” che hanno portato al basket robbiese l’esperienza acquista all’estero, ma soprattutto finalmente avevano a Robbio un campo di gioco regolamentare all’aperto su cui disputare gli incontri casalinghi.

E sì, perchè bisogna sapere che per i precedenti sette anni i cestisti robbiesi avevano giocato tutte le loro partite “casalinghe” a Vigevano. Il primo marzo 1975, i giocatori di Robbio disputavano la loro prima partita nei campionati F.I.P. di Prima divisione, come PALLACANESTRO ROBBIO, nel campo dietro la Parrocchia, passando subito in Promozione sostenuti dall’apporto della Sandri Mobili come abbinamento e preziosa collaborazione.

sandri mobili 2
Gli anni 80 ha visto una prima ascesa in serie D con una squadra che avrebbe potuto disputare un onorevolissimo campionato di centro classifica dato il buon livello tecnico della compagine, ma l’assenza di un campo coperto a Robbio ha costretto i ragazzi a disputare le gare casalinghe a Mede pagando un prezzo troppo alto che ha portato ad una repentina recessione. Nella seconda metà degli anni 80, la società , rifondata e con il nuovo sponsor FLUIDOTECNICA, riusciva a risalire in serie D, grazie finalmente alla presenza a Robbio di un piccolo palazzetto.

Purtroppo i valori tecnici era nel frattempo cambiati e nonostante lo strenuo impegno di giocatori, dirigenti ed appassionati, all’ultima partita la PALLACANESTRO ROBBIO retrocedeva.

005
Dopo diversi anni di stazionamento in Prima Divisione, un drastico cambio dirigenziale porta l’ex bandiera robbiese, Giordano Andreello, alla presidenza della nuova società Aironi Pallacanestro Robbio.

Dopo due ottimi campionati di Promozione svolti dal 2009 al 2011, nel 2012 (con l’aiuto del ritrovato Sponsor FLUIDOTECNICA) gli Aironi conquistavano la promozione battendo  in finale Cava Manara e ritornando in serie D dopo ben 25 anni di assenza.

Questa sarà solo la prima di una lunga serie di soddisfazioni che porteranno gli Aironi a scrivere l’ennesima pagina di storia del basket Robbiese.

L’annata 2012/2013 vede i lomellini spadroneggiare il campionato di serie D, stabilendo un incredibile record di 20 vittorie consecutive e a trionfare nella finale spareggio a Calolziocorte conquistando per la prima volta nella sua storia l’accesso alla serie C.

Nel 2013/2014 la Fluido mantiene magistralmente la categoria sfiorando i playoff e confermandosi come una delle squadre più competitive del girone.

L’anno successivo è quello che più lascerà il segno nella memoria dei Robbiesi, durante la stagione 2014/2015. Gli Aironi compiono una straordinaria cavalcata conquistando i tanto agognati playoff e strappando la promozione in C Gold in un PalaCantone strapieno. Un risultato unico, incredibile e emozionante che i lomellini hanno ottenuto con tenacia e spirito di squadra nonostante mesi irti di difficoltà.

Robbio quindi si ritrova nella quarta categoria nazionale: mai la pallacanestro locale si era spinta così oltre. La compagine lomellina disputa un campionato 2015/2016 ostico e di alto livello tecnico, dove riesce comunque a ben figurare e a mostrare una discreta dimestichezza con la categoria. Gli Aironi riescono ad evitare la retrocessione diretta e a conquistarsi la possibilità di salvarsi con un doppio giro di Playout, ma fallisce entrambe le occasioni in due sfortunatissime serie con Calolziocorte e con Cremona.