Ebro Milano – Fluidotecnica 65-56

32419256_1910297012360623_8874069691065171968_o

E’Ebro a far sua Gara1. Ai nostri Aironi non riesce l’impresa di portare a casa il risultato della prima partita dei PlayOff e già questa sera l’obbligo diventa quello di vincere per portare la serie alla “bella” domenica. Una partita combattuta quella di Milano con entrambe le squadre che hanno dato dimostrazione dei valori esibiti nel corso del campionato. Ebro forte del secondo posto nel girone dopo aver condotto per buona parte della stagione e gli Aironi sempre grintosi nonostante le mille traversie dell’annata e in forza di ciò a pagare un po’ di stanchezza all’inizio di questa post-season.

1°TEMPO – Palla a due nella calda domenica pomeriggio milanese con Kam, DiPaola, Loughlimi, Colombo e Capitan Campana che infila i primi due del match. Immediato batti e ribatti delle due squadre che non stanno certo a guardarsi, gli Aironi provano subito ad accelerare con Campana e poi Loughlimi da tre, ma Ebro risponde trattenendo i nostri dalla fuga. Stoppatona di Kam e break di Robbio che prende 5 punti di margine, 12-17, la reazione dei padroni di casa arriva con Usuardi che accorcia da oltre l’arco, poi Fontana e Martini sorpassano di misura, 19-17 alla prima sirena. Anche nella seconda frazione regna l’equilibrio, con le squadre che nonostante un caldo asfissiante non risparmiano le energie. Ebro conduce ma gli Aironi restano a stretto contatto, poi un mini parziale 0-4 di Kam e Buzzin riporta avanti Robbio fino al contro sorpasso di Milano che ribalta ancora una volta il risultato, 30-28. Tuttavia è Robbio ad andare al riposo lungo in vantaggio con la bomba di Colombo che negli ultimi secondi porta gli Aironi sul +1, 30-31.

2°TEMPO – A campi invertiti gli Aironi soffrono, subendo una decisa imprecisione al tiro, ne approfittano i padroni di casa che infila un sanguinoso break che li porta addirittura sul +11. I nostri ragazzi accusano il colpo e riescono a rivedere la retina gonfia solo con i liberi di Ilic e con lo stesso che infila altri due punti, frutto di una rubata nella metà campo offensiva, 0-4 di Marko che ci riporta sotto la doppia cifra di svantaggio. Robbio si ridesta e riesce a rosicchiare qualche punto portandosi anche a -4 ma Ebro è brava a gestire il margine e a chiudere il quarto sul +7, 49-42. Ultimi 10’, Capitan Campana prova a dare un po’ di fiducia ai suoi compagni (ed anche a se stesso) con una bella tripla. La reazione sul piano di gioco è tangibile nonostante la fatica inizi a farsi sentire, ma i tentativi di recupero di Robbio vengono rimbalzati dalle realizzazioni chirurgiche di Milano e dal ferro che sputa letteralmente i nostri tiri. i nostri Aironi non mollano e provano comunque a ribaltare lo svantaggio che permane tra le 6 e le 7 lunghezze. Mo Loughlimi, nel finale, prova da tre con un tiro che potrebbe riaprire i giochi ma non va. Entra invece la tripla di Piva per Ebro che di fatto chiude i giochi di gara1. Per noi c’è ancora il tempo per la realizzazione di Kam che fissa il finale a 65-56 per i milanesi e per il pensiero che va subito alla gara del PalaCantone, per allungare la serie.