Olympia Voghera – Fluidotecnica 66-62

AIRONI_FB_Banner_2018_C003

Niente da fare. Nemmeno questa volta siamo riusciti nell’impresa di portare a casa i primi due punti della stagione, nemmeno questa volta siamo riusciti a sbloccare la pesante posizione di ultimi a zero punti in classifica. Come anticipato da Alan in Editoriale, mai in questi ultimi anni ci siamo trovati difronte ad una situazione di tale carenza di risultati. E la cosa ha quasi dell’inspiegabile visto il grande, enorme impegno che giocatori e addetti ai lavori stanno mettendo in pratica per trovarne la via d’uscita. Ecco, l’impegno che non deve mai essere messo in discussione ai Nostri Ragazzi ai quale deve essere rivolto il più caloroso sostegno e incoraggiamento. A Voghera venerdì abbiamo visto in campo dieci leoni, con la determinazione di voler portare a casa questi maledetti due punti e solo per pochi, ma purtroppo determinanti episodi, non hanno agguantato, lasciando in loro la tristezza di un’altra occasione mancata.

PRIMO TEMPO – Partono bene i nostri Aironi con Buzzin in quintetto a sostituire Werlich dolorante ad un ginocchio. Robbio domina il campo con una buona difesa e va in vantaggio sfruttando la buona vena di Ilic e Campana a segno da tre, 16-10 Aironi finalmente convincenti e determinati. Voghera risponde con Villani e Degrada che mantengono lo svantaggio sotto la doppia cifra al termine dei primi 10’. Nel secondo periodo dentro i nostri giovani, ancora bene il lavoro difensivo che porta al recupero di qualche pallone con Grugnetti. Buzzin e Pozzi sfruttano al meglio il giro-palla e aumentano il vantaggio raggiungendo anche il +10, 23-13 Aironi. Voghera non sta a guardare, salgono in cattedra i “vecchi” Degrada e Ogliaro a dare una scossa ai giovani prodotti del Derthona Basket riducendo il gap. Bravi i Nostri a non perdere la testa e a mantenere il vantaggio all’intervallo lungo, di sette lunghezze, 30-23 Robbio.

SECONDO TEMPO – Ripresa un po’ in sordina per gli Aironi, costretti a tenere in panca Ilic dolorante ad un fianco. Subiamo l’aggressività dei Vogheresi e un gioco più preciso. Cominciamo a trovare difficoltà in fase realizzativa e i padroni di casa recuperano con Ogliaro a dare fiducia ai suoi con una gran tripla dal lato. Voghera trova il vantaggio con Mazzocchi, +1 (39-40) ma gli Aironi hanno la forza di reagire e di finire il terzo quarto in vantaggio con la percussione di Campana. 48- 46 Aironi. Gli ultimi 10’ partono molto tirati, la volontà da entrambe le parti di accaparrarsi il bottino è tanta. Ancora Ogliaro con una giocata da tre porta avanti Voghera che raggiunge il massimo vantaggio di quattro lunghezze. Robbio non demorde e ritrova la parità con Grugnetti. ultimi 5’ del match concitati, Degrada da tre per il 57-61 Olympia poi Kam e Grugnetti rimettono avanti gli Aironi 62-61.Kam però deve abbandonare il campo per il quinto fallo, sul quale Voghera trova il pari con 1/2 dalla lunetta.Fallo frutto però di una svista arbitrale che attribuiscono alla nostra ala, lontano dall’azione, un fallo commesso probabilmente da DiPaola. E’ uno degli episodi chiave, l’altro poco dopo, quando viene contestato un “tecnico” alla nostra panchina che protestava per un intervento scomposto su Grugnetti. Situazioni che diventano importanti perché proprio sui conseguenti tiri liberi si crea il vantaggio che Voghera si porta fino alla sirena finale. 62-66 il punteggio favorevole agli oltrepadani e Aironi, nonostante avrebbero meritato davvero di portare a casa il risultato, ancora a mani vuote.