Team ABC Cantù – Fluidotecnica 65-53

26952476_1797365576987101_689265278114569488_o-1280x487

Dopo le vittorie delle due settimane passate, dalle quali ritroviamo una bella dose di fiducia per uscire da un lungo periodo di difficoltà e sfortune, andiamo ad affrontare un arduo impegno sul campo della capolista Cantù, fin ora dominatrice della regular season con solo due stop all’attivo. usciamo sconfitti da un incontro che però non deve abbattere il morale dei nostri ragazzi. Perdere a casa della “prima” ci può anche stare, le occasioni in cui è importante non perdere punti sono altre e nonostante questo gli Aironi hanno onorato alla grande l’arduo impegno. Premesso ciò, andiamo alla palla a due varcando la porta dello storico PalaParini, il cui parquet ha visto pagine di storia della pallacanestro italiana e non. Gli Aironi in campo con Kam, Colombo, Buzzin, DiPaola e capitan Campana. Match che parte subito con una tripla di Francesco, la risposta di Cantù è dello stesso peso con Olgiati da lontano. Una serie di palle perse e recuperate da entrambe le formazioni non fa decollare il gioco, nonostante ciò è Cantù a sfruttare meglio le occasioni ed ad allungare subito. Robbio invece, dopo la tripla iniziale e una incursione in area di Colombo non si sblocca e anche se riusciamo a trovare buoni tiri, la precisione non è dalla nostra e restiamo inchiodati a soli 5 punti. Finisce il quarto con un pesante 17-5, con i padroni di casa che maramaldeggiano sotto canestro. Alla pausa breve Sguazzotti prova a dare una sveglia ai ragazzi che appaiono già preoccupati per la piega che ha preso l’incontro. L’invito a trovare una reazione al primo parziale viene colto, Ilic e Kam si fanno carico di scuotere il quintetto in campo e finalmente cominciamo a vedere un gioco più concreto dai nostri Aironi. Anche dagli esterni si vede più sicurezza, Colombo, Gallina e Buzzin con una tripla dall’angolo, propiziano un tentativo di rientro portandosi sul 21-18, poi Kam dalla lunetta segna il -1. Gli Aironi ora sono sicuramente più in partita e sfuriano l’1/2 di Olgiati ai liberi portandosi sulla parità con Colombo, 22-22. La reazione di Cantù è veemente, approfittando anche di un paio di “sviste” arbitrali clamorose, i padroni di casa infilano tre bombe di fila che ci ricacciano a nove punti di svantaggio, rendendo numericamente vano il buon lavoro di recupero fin qui svolto. Gli Aironi provano a rimettere assieme i cocci il solo tiro libero di Kam non basta rispetto al nuovo break di 5-0 del solo Molteni, che porta le squadre all’intervallo sul punteggio di 36-23. Alla ripresa le cose sembrano mettersi anche peggio con il distacco che arriva a 17 lunghezze. Buzzin, Campana e compagni comunque non mollano, gli Aironi comunque non giocano male e in difesa gli unici punti concessi a Cantù arrivano praticamente solo da tiro libero. In attacco troviamo ancora qualche difficoltà ma alla fine della terza frazione qualche puntolino riusciamo a recuperarlo, ma 15 punti sono ancora tanti. 49-34. Ultimi 10’ in controllo per Cantù che vede da lontano la linea del traguardo, Carponi infila l’ennesima bomba da tre. I nostri comunque non smettono di giocare ed onorano fino in fondo l’impegno senza mai darsi per vinti e questo è un buon segnale. Louglimi, non ancora al 100% e Gallina trovano due buoni canestri dalla distanza, frutto di una buona circolazione di palla e provano a farsi sotto portandoci a -12 (58-46). Anche Ilic (11p) ci prova da tre e il divario torna sotto la doppia cifra (60-51). Gli Aironi ora provano a forzare, manca davvero poco ma per orgoglio non vogliono rinunciare a provarci. Gallina recupera palla e apre per Loughlimi che tenta da tre, ma manca il bersaglio. Sul fronte opposto Pedalà invece infila da tre e probabilmente su questo tiro si infrangono i propositi ambiziosi di Robbio. Ormai sullo scadere è Digiuliomaria a fissare il tabellone sul 65-53. Sconfitti a casa della capolista, abbiamo detto prima, ce lo si può anche aspettare, anche se abbiamo pagato troppo il parziale della prima frazione, compromettendo il resto del match che si è visto più equilibrato. Di buono si è visto l’atteggiamento dei ragazzi che nonostante tutto non si sono mai arresi e in fondo ci saremmo meritati qualcosa di più. Da questo punto bisogna continuare a lavorare duramente e mantenere la concentrazione ad alti livelli per non perdere punti importanti nei confronti delle dirette concorrenti.

Parziali  17-5, 36-23, 49-34

Team ABC Cantù :  Tremolada 4, Carpani 6, Molteni M. 13, Molteni T. 7, Ruzzon, Bet 2, Di Giuliomaria 12, Pifferi 2, Castelli ne, Pedalà 9, Borsani ne, Olgiati 10. All. Borghi, Vice All. Alberio
Aironi Pallacanestro Robbio :   Gallina 6, Ilic 11, Werlich ne, Colombo 6, Luoghlimi 6, Campana 8, Ratti, Di Paola 2, Ferrara ne, Buzzin 5, Kam 9. All. Sguazzotti, Vice All. Manzini