Verbano Luino – Fluidotecnica 79 – 76 d1ts

senza-titolo-11

Seconda trasferta e seconda sconfitta su tre gare di campionato per gli Aironi. Devono soffrire di una sorta di nostalgia delle mura domestiche i nostri ragazzi che lontano dal “Cantone” faticano ad ingranare il giusto ritmo per portare a casa la vittoria. Come dicevamo nello scorso numero, la squadra in estate ha subìto un profondo cambiamento tattico e ci vorrà tempo, pazienza e soprattutto tanto lavoro per raggiungere la quadra necessaria ad esprimere il reale potenziale del gruppo, e i nostri ragazzi non vedono l’ora di dimostrarlo al pubblico robbiese. Passiamo alla cronaca della trasferta di Luino, geograficamente la più lontana della stagione. Quintetto base formato da Menarini, Sala, Werlich, Tesovic e Aleksandar Ilic che conquista la contesa ma sbaglia il primo tentativo di realizzazione. Non sbagliano invece i padroni di casa che ci danno il benvenuto con due triple consecutive allungando immediatamente sul 6-0, salvo essere subito ripresi dagli Aironi, trascinati da capitan Menarini. La risposta di Luino non si fa attendere, sfruttando qualche pasticcio in attacco dei nostri e punendo da fuori con Spertini e Giubitta. Ancora una volta, come accaduto a Cadorago, i nostri ragazzi si sono fatti un po’ sorprendere nel primo quarto, subendo troppo il gioco avversario. Decisamente più “ingranati” gli Aironi della seconda frazione, che accorciano con Campana e Werlich. Per Luino, un Giubitta particolarmente ispirato dalla linea da tre mantiene il vantaggio, poi Pehar ancora da tre prova a far scappare i suoi. Non sono dello stesso avviso Campana e Tesovic che rispondono ai tiratori luinesi con la stessa moneta evitando un allungo avrebbe potuto rivelarsi sanguinolento, ne segue invece una fase di sostanziale equilibrio fino alla fine del quarto, quando Spertini e Gardini con cinque punti in due, riportano la Pall.Verbano avanti di sei lunghezze all’intervallo lungo. La terza frazione si apre con una stoppata e una bella tripla di Tesovic che riporta sotto gli Aironi. Le giocate del serbo danno fiducia ai nostri ragazzi che finalmente fanno vedere un buon gioco, mettendo il fiato sul collo ai padroni di casa. Su rimessa di Sala è Menarini a sfruttare una distrazione collettiva della difesa di Luino e compiere il primo sorpasso Aironi. Risposta immediata di Pehar da tre e contro- sorpasso di A.Ilic che sfrutta i centimetri a rimbalzo offensivo. Ritmo partita decisamente intenso e squadre che si sfidano sul punto a punto, con Luino che tiene il naso avanti solo sfruttando una serata generosa con i tiri dalla distanza. Quarta frazione che mantiene l’intensità di gioco della precedente, ma stavolta sono gli Aironi a fare il gioco. Marko Ilic bene in difesa con un paio di palle recuperate, Menarini con grinta a finalizzare e a portare ancora avanti i

suoi compagni. Ultimi minuti molto concitati durante i quali i nostri ragazzi non riescono ad allungare e a chiudere il match, incappando in qualche errore di troppo in fase offensiva e che evidentemente pagheremo. Ad una manciata di secondi dalla fine siamo comunque a +3, palla in mano a Luino. A 3” dalla sirena l’azione si sposta in prossimità della linea da tre, Werlich commette fallo (5°personale), non siamo in bonus quindi gli avversari non andrebbero in lunetta, ma l’arbitro lo giudica sul tiro (da tre) e quindi assegna al giocatore in possesso di palla tre liberi. Valutazione quantomeno opinabile, e sulla quale lo staff robbiese ha qualcosa da recriminare, visto che il giocatore di Luino sembrava più in fase di palleggio piuttosto che di tiro… ma tant’è che Gardini dalla lunetta non sbaglia e manda tutti all’overtime, mentre noi mandiamo “alle ortiche” una ghiotta occasione di portare a casa due punti. Esperienza da tenere conto come insegnamento per il futuro. Come prevedibile l’ultimo episodio finisce per scalfire il morale dei ragazzi che chiaramente ci “avevano creduto”. Nonostante ciò gli ultimi 5’ si combattono ancora sul punto a punto e solo due errori “sanguinari” dalla lunetta del nostro Aleksandar, decidono di fatto il successo dei padroni di casa che fissano il tabellone sul 79-76 con i liberi di Spertini.

PARZIALI: 22-14, 41-35, 57-53, 71-71

LUINO: Pehar 8, Spertini 17, Gubitta 17, Galluccio 2, Colombo 9, Vitella A. ne, Palazzi 4, Vitella L. 2, Gardini 18, Biason 2, Cipolletta, Cagliani ne. All. Manetta

ROBBIO: Andreello 3, Menarini 16, Sala 7, Ilic M. 3, Werlich 9, Ilic A. 13, Campana 14, Tesovic 11, Panozzo ne, Ferrara ne. All. Sguazzotti